Marmellata di more

Fare la marmellata di more è impresa per pochi. Non tutti possono essere disposti a spiluccare rovi districandosi tra le spine e riempiendosi comunque le dita di microferitine bruciacchiose.

Ma davanti a tali bellezze chi penserebbe più alla fatica della raccolta?

Queste morediparadiso le ho trovate alla Filiciusa una zona etnea famosa per i funghi e le castagne. Un bosco di querce sopra i mille metri dove si respira un’aria profumatissima. In un simile contesto devo dire che raccogliere more non è affatto drammatico ma addirittura rilassante.

La prossima volta però eviterò di andarci in pantaloncini straziandomi i polpacci e le caviglie.

Una volta portate a casa le more le ho ripulite e messe a macerare con lo zucchero. Mezzo chilo di zucchero per ogni chilo di more. Lo zucchero integrale di canna si sposa bene con il sapore delle more quindi questa volta l’ho usato volentieri.

Dopo qualche ora ho messo la marmellata sul fuoco, l’ho fatta cuocere per circa mezzora1 e, dato che le more non si disfano facilmente, le ho passate con l’ormai per me indispensabile macinino rosso, tanto efficiente quanto impossibile da smontare e pulire.

Una volta macinata la marmellata va rimessa sul fuoco per massimo un quarto d’ora perché addensa subito.

I semi scartati dal macinino non ho avuto il coraggio di rimetterli nella polpa perché avrebbero reso la marmellata troppo rustica per i miei gusti. Buttare la polpa che era rimasta attaccata ai semi sarebbe stato un peccato quindi l’ho diluita con tre litri d’acqua e, dopo qualche ora, è venuta fuori una buonissima bevanda alla mora.

«L’uomo non vive solo di beni e servizi ma della libertà di modellare gli oggetti che gli stanno attorno».

Ivan Illich, Convivialità, 1973.

  1. ho messo a cuocere un chilo e due di more con seicento di zucchero []

  3 commenti per “Marmellata di more

  1. Miryam
    1 ottobre 2012 alle 13:34

    …come vi invidio, come…non potete saperlo! 🙂 Lasciatemene un po’, giusto un assaggio.

  2. Miryam
    4 ottobre 2012 alle 15:50

    …chissà che non venga prima…:)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *